Giugno 2021 - Studio Montanaro


Alla vigilia della scadenza, il Ministero dell'Economia e delle Finanze, ha reso nota la proroga del termine di versamento del saldo 2020 e del primo acconto 2021 ai fini delle imposte sui redditi e dell’IVA, per i contribuenti interessati dall’applicazione degli Indici Sintetici di Affidabilità (ISA), compresi quelli aderenti al regime forfetario.

Il termine di versamento in scadenza il 30 giugno è così prorogato al 20 luglio, senza corresponsione di interessi.
ved. comunicato stampa

Pubblicato in Lettere Informative

 

A partire dalle ore 12.00 del 30 giugno 2021 accedendoo al sito di Invitalia sarà possibile presentare domanda di accesso al Fondo per l'intrattenimento digitale.
L’incentivo è concesso, sotto forma di contributo a fondo perduto, per l’ideazione e la pre-produzione di videogiochi.

 

Soggetti beneficiari

Le imprese che intendono partecipare al bando devono:

  • svolgere come attività principale “Edizione di software” o “Produzione di software, consulenza informatica e attività connesse”;
  • avere sede legale nello Spazio Economico Europeo;
  • pagare le tasse in Italia;
  • disporre di capitale sociale e patrimonio almeno uguale a € 10.000,00;
  • esse iscritte come attive nel Registro delle Imprese della Camera di commercio;
  • essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non in liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali;
  • garantire, nel caso in cui operi anche in settori diversi o eserciti anche altre attività escluse dal campo di applicazione del regolamento de minimis, con mezzi adeguati quali la separazione delle attività o la distinzione dei costi, che la predette attività esercitate nei settori esclusi non beneficiano di aiuti concessi a norma del regolamento de minimis;
  • aver restituito eventuali somme dovute a seguito di provvedimenti di revoca di agevolazioni concesse dal Ministero;
  • non aver ricevuto sanzioni interdittive;
  • avere legali rappresentanti o amministratori che non sono stati condannati, con sentenza definitiva o decreto penale di condanna divenuto irrevocabile o patteggiamento, per i reati che costituiscono motivo di esclusione di un operatore economico dalla partecipazione a una procedura di appalto o concessione ai sensi della normativa in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture vigente alla data di presentazione della domanda.

Progetti finanziabili

Sono agevolabili progetti che prevedono, attraverso lo sviluppo delle fasi di concezione e pre-produzione del videogioco, la realizzazione di un prototipo destinato alla distribuzione commerciale purché prevedano preventivi spese e costi ammissibili complessivamente non inferiori a euro 20.000,00.

 

Spese agevolabili

Sono ammissibili le spese relative a:

  1. prestazioni di lavoratori dipendenti;
  2. prestazioni professionali commissionate a liberi professionisti o ad altre imprese;
  3. attrezzature tecniche (hardware) nuovi di fabbrica;
  4. licenze di software.
  5. IVA solo nei casi in cui non sia recuperabile

Entità Del Contributo

Il contributo pubblico è erogato sotto forma di contributo a fondo perduto pari al 50 % dell’investimento effettuato in beni e prestazioni agevolabili.

Pubblicato in Lettere Informative


Il Gruppo di Azione Locale (c.d. GAL) Le Città Di Castel Del Monte S.c.ar.l ha da poco aperto il secondo sportello relativo all’Avviso Pubblico Intervento 4.2 finalizzato,  a favorire lo sviluppo di nuove attività economiche, favorendo la costituzione di nuove imprese oppure implementando nuove attività in quelle esistenti nei territori dei Comuni di Andria e Corato.

Il predetto bando, quindi, intende agevolare due differenti tipologie di investimento:

  • Creazione di nuove micro e piccole imprese per l’avvio di attività extra-agricole;
  • Sviluppo di micro e piccole imprese già esistenti e/o agricoltori che introducono alla data di presentazione della Domanda un nuovo codice ATECO in ambito extra-agricolo.


SOGGETTI BENEFICIARI              
              

Possono accedere al bando:

  1. Agricoltori;
  2. Micro e piccole imprese;
  3. Persone fisiche nelle zone rurali e coadiuvanti familiari degli agricoltori che creano nuove micro e piccole


SETTORI ECONOMICI INTERESSIATI

Il Bando, all’allegato G (ved. sotto Download allegati), prevede elenco dettagliato delle attività economiche ammissibili rientranti nelle seguenti macroaree:

  • Artigianato;
  • Commercio;
  • servizi sociali;
  • turismo rurale, cultura ed innovazione;
  • sostenibilità economica (bioeconomia);
  • sostenibilità ambientale (ambiente, economia circolare e green economy);
  • pubblica amministrazione;
  • sviluppo tecnologie della comunicazione e dell’informazione (ICT).


INVESTIMENTI AGEVOLABILI

Sono ammissibili le spese relative a:

  • costruzione, acquisizione, incluso il leasing, o miglioramento di beni immobili;
  • acquisto o leasing di nuovi macchinari e attrezzature fino a copertura del valore di mercato del bene;
  • investimenti immateriali: acquisizione o sviluppo di programmi informatici e acquisizione di brevetti, licenze, diritti d’autore, marchi commerciali;
  • VA solo nei casi in cui non sia recuperabile;
  • spese generali fino ad una percentuale massima del 12% dell'importo totale ammesso, quali:
    - spese per la tenuta del c/c appositamente aperto e dedicato all’operazione;
    - onorari di tecnici, architetti, ingegneri e consulenti, compensi per consulenze in materia di sostenibilità ambientale ed economica, inclusi studi di fattibilità;
    - le spese per garanzie fideiussorie.


ENTITÀ DEL CONTRIBUTO

Il contributo pubblico è erogato sotto forma di contributo a fondo perduto pari al 50 % dell’investimento per un importo massimo pari ad € 25.000,00.
In aggiunta viene erogato un ulteriore contributo forfettario per un importo massimo pari ad € 15.000,00.

Pubblicato in Lettere Informative

 

 

 

Qui di seguito si riporta il testo integrale del comunicato stampa diffuso oggi pomeriggio dal Ministero della Salute. 

L’Italia anticipa la diffusione del documento digitale che rende più semplice l'accesso ad eventi e strutture in Italia e che faciliterà dal 1° luglio gli spostamenti in Europa

 Tutte le informazioni sul sito dedicato www.dgc.gov.it

Prende il via in Italia la Certificazione verde COVID-19, il documento gratuito, in formato digitale e stampabile, che facilita nel nostro Paese la partecipazione ad eventi pubblici (come fiere, concerti, gare sportive, feste in occasione di cerimonie religiose o civili), l’accesso alle residenze sanitarie assistenziali e lo spostamento in entrata e in uscita da territori eventualmente classificati in "zona rossa" o "zona arancione".

La certificazione, frutto del lavoro congiunto di Ministero della Salute, Ministero dell’Economia e delle Finanze e del Ministro per l’Innovazione Tecnologica e la Transizione Digitale, in collaborazione con la Struttura Commissariale per l'emergenza Covid-19 e con il supporto del partner tecnologico Sogei, contiene un QR Code che ne verifica autenticità e validità. Il documento attesta una delle seguenti condizioni: la vaccinazione contro il Covid-19, l’esito negativo di un tampone antigenico o molecolare effettuato nelle ultime 48 ore o la guarigione dall’infezione. A tutela dei dati personali, il QR Code della certificazione andrà mostrato soltanto al personale preposto per legge ai controlli.

Con l’attivazione della piattaforma nazionale realizzata e gestita da Sogei, a partire da giovedì 17 giugno, i cittadini potranno iniziare a ricevere le notifiche via email o sms con l’avviso che la certificazione è disponibile e un codice per scaricarla su pc, tablet o smartphone. L’invio dei messaggi e lo sblocco delle attivazioni proseguirà per tutto il mese di giugno, e sarà pienamente operativo dal 28 giugno, in tempo per l’attivazione del pass europeo prevista per il 1° luglio.

La Certificazione verde COVID-19 si potrà visualizzare, scaricare e stampare su diversi canali digitali:

In caso di difficoltà, o indisponibilità, nell’uso di strumenti digitali, saranno coinvolti medici di medicina generale, pediatri di libera scelta e farmacisti che hanno accesso al sistema Tessera Sanitaria. Dal 1° luglio la Certificazione verde COVID-19 sarà valida come Eu digital COVID certificate e renderà più semplice viaggiare da e per tutti i Paesi dell'Unione europea e dell’area Schengen.

Per tutte le informazioni è disponibile il sito www.dgc.gov.ite il Numero Verde della App Immuni 800.91.24.91, attivo tutti i giorni dalle ore 8 alle ore 20

 

Pubblicato in Lettere Informative


Per l'anno 2021, le strutture ricettive nonché di somministrazione e consumo di bevande in locali pubblici o aperti al pubblico, comprese le attività similari svolte da enti del Terzo settore,
sono esonerate dal versamento del canone di abbonamento alle radioaudizioni di cui al regio decreto-legge 21 febbraio 1938, n. 246, convertito dalla legge 4 giugno 1938, n. 880.

Per tutte le imprese che hanno già pagato viene riconosciuto un credito d’imposta pari al 100% dell’eventuale versamento.
E' possibileottenere maggiori informazioni chiamando il numero verde RAI  800.93.83.62 (dalle 9,00 alle 13,00).

Pubblicato in Lettere Informative

 

Scade domani, 15 giugno 2021, il termine per richiedere la proroga al 31 dicembre 2021 della moratoria Covid - 19.

 

Entro tale data le imprese e professionisti che hanno usufruito fino al 30 giugno 2021 della sospensione del pagamento della quota capitale relativa alle rate di mutui, canoni leasing, finanziamenti, possono presentare formale richiesta agli istituti finanziari.


Autore Giovanni e Felice Montanaro

Pubblicato in Lettere Informative

 

L’assegno temporaneo per i figli minori (“cd. “assegno ponte”), è stato introdotto dal D.L. n. 79/2021 (pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 135 del 08.06.2021) ed è destinato alle famiglie con figli minori che non hanno diritto agli assegni per il nucleo familiare (1).

Requisiti (al momento
della presentazione
della  domanda
e per tutta la durata
del beneficio):           
- essere cittadino italiano o di uno Stato membro dell'Unione europea, o suo familiare, titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero essere cittadino di uno Stato non appartenente all'Unione europea in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o del permesso di soggiorno per motivi di lavoro o di ricerca di durata almeno semestrale;
- essere soggetto al pagamento dell'imposta sul reddito in Italia;
- essere domiciliato e residente in Italia e avere i figli a carico sino al compimento del diciottesimo anno d'età;
- essere residente in Italia da almeno due anni, anche non continuativi, ovvero essere titolare di un contratto di lavoro a tempo indeterminato o a tempo determinato di durata almeno semestrale.
Hanno diritto anche i percettori del reddito di cittadinanza e i soggetti che beneficiano di altre misure in denaro a favore dei figli a carico erogate dalle regioni, province autonome di Trento e di Bolzano e dagli enti locali.

Presentazione
domanda

Entro il 30 giugno 2021, in modalità telematica all'INPS ovvero presso gli istituti di patronato di cui alla L. n. 152/2001. Resta ferma la decorrenza della misura dal mese di presentazione della domanda stessa.
Modalità di erogazione
 Mensile
 Importo
 Varia in base alla situazione economica della famiglia attestata dall’ISEE e al numero di figli; spetta:
- massimo € 167,50 per ciascun figlio minore in caso di nuclei fino a due figli minori (€ 217,8  in caso di nuclei con almeno tre figli minori) per un ISEE fino a € 7.000,00;
- minimo € 30 in caso di nuclei fino a due figli minori (€ 40,00 per nuclei con almeno tre figli minori) con ISEE da € 49.900,01 a € 50.000,00.
 Decorrenza  luglio 2021 (le domande presentate entro il 30 settembre 2021,consentono di ricevere le mensilità arretrate a partire dal mese di luglio 2021).
 Erogazione  Mediante accredito su IBAN del richiedente ovvero mediante bonifico domiciliato. In caso di affido condiviso dei minori, l'assegno può essere accreditato in misura pari al 50% sull'IBAN di ciascun genitore.
 Normativa Decreto legge 8 giugno 2021, n. 79 (Gazzetta Ufficiale 8 giugno 2021, n. 135)


(1)
possono percepire l’attuale assegno per il nucleo familiare erogato dall’INPS i seguenti soggetti:

- lavoratori dipendenti del settore privato;
- lavoratori dipendenti agricoli;
- lavoratori domestici e somministrati;
- lavoratori iscritti alla Gestione Separata;
- lavoratori dipendenti di ditte cessate e fallite;
- titolari di pensione a carico del Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti, dei fondi speciali ed ex ENPALS;
- titolari di prestazioni previdenziali;
- lavoratori in altre situazioni di pagamento diretto.
Per questi soggetti il decreto legge aumenta, per il periodo dal 1° luglio 2021 e fino al 31 dicembre 2021, gli importi mensili di:
- € 37,50 per ciascun figlio, in caso di nuclei familiari fino a due figli;
- € 55,00 per ciascun figlio, per i nuclei familiari di almeno tre figli.

Pubblicato in Lettere Informative

Lo Studio Montanaro opera su tutto il territorio nazionale nel settore della consulenza Tributaria, Societaria, Aziendale, Contabile e del Lavoro.

Forniamo servizi professionali qualificati alla piccole/medie aziende, ai grandi gruppi societari ed alle persone fisiche.

Area Privata Clienti

Contatti

Studio Montanaro
Via de Cuneo, 31
76125 Trani (BT)
0883 491900
0883 491001
0883 491900
0883 491001
lun, mer, gio: 9:00/12:30 16:00/19:30
mar, ven: 9:00/12:30
P.IVA 03113370724