Lettere Informative

Comunicazione spese sanitarie anno d’imposta 2017

Comunicazione spese sanitarie anno d’imposta 2017

Gen 10 2018

 

 

Entro il 31 gennaio 2018 è obbligatoria la trasmissione telematica delle spese sanitarie al Sistema Tessera Sanitaria per l'anno d'imposta 2017, come previsto dall’art. 3, c. 3, D.Lgs 174/2014, al fine di consentire all'Agenzia delle Entrate di rendere disponibili le dichiarazioni dei redditi precompilate (730 e Redditi Persone Fisiche).

I soggetti obbligati a trasmettere i dati al STS sono:

    • aziende ospedaliere;
    • istituti di ricovero e cura a carattere scientifico;
    • policlinici universitari;
    • farmacie pubbliche e private;
    • presidi di specialistica ambulatoriale;
    • strutture per l'erogazione delle prestazioni di assistenza protesica e di assistenza integrativa;
    • altri presidi e strutture accreditati per l'erogazione dei servizi sanitari;
    • strutture autorizzate per l'erogazione dei servizi sanitari e non accreditate al SSN;
    • iscritti all'Albo dei medici chirurghi e degli odontoiatri;
    • iscritti agli Albi professionali degli psicologi;
    • iscritti agli Albi professionali degli infermieri;
    • iscritti agli Albi professionali delle ostetriche/i;
    • iscritti agli Albi professionali dei tecnici sanitari di radiologia medica;
    • esercenti l'arte sanitaria ausiliaria di ottico;
    • iscritti agli Albi professionali dei veterinari;
    • strutture autorizzate alla vendita al dettaglio di medicinali veterinari;
    • esercizi commerciali che svolgono l'attività di distribuzione al pubblico di farmaci ai quali è stato assegnato dal Ministero della Salute il codice identificativo univoco (parafarmacie)

L’obbligo di comunicazione riguarderà i dati relativi alle spese sanitarie e veterinarie sostenute dai cittadini dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2017, indipendentemente dalla data emissione della fattura, in modo tale che i dati trasmessi possano essere utilizzati nelle dichiarazioni dei redditi precompilate 730/2018 e Redditi Persone Fisiche 2018. 

Sanzioni:

    • n caso di omessa, tardiva o errata trasmissione telematica dei dati è prevista una sanzione di € 100 per ogni comunicazione con un massimo di € 50.000, senza possibilità di avvalersi del cumulo giuridico (articolo 12 del D.Lgs. 472/1997).
    • se la comunicazione è correttamente trasmessa entro 60 giorni dalla scadenza, la sanzione è ridotta a un terzo, con un massimo di € 20.000.
    • nessuna sanzione prevista per coloro che trasmettono un errata comunicazione e la correggono nei 5 giorni successivi alla scadenza.

 

 

Lo Studio Montanaro opera su tutto il territorio nazionale nel settore della consulenza Tributaria, Societaria, Aziendale, Contabile e del Lavoro.

Forniamo servizi professionali qualificati alla piccole/medie aziende, ai grandi gruppi societari ed alle persone fisiche.

Area Privata Clienti

Contatti

Studio Montanaro
Via de Cuneo, 31
76125 Trani (BT)
0883 491900
0883 491001
0883 491900
0883 491001
lun, mer, gio: 9:00/12:30 16:00/19:30
mar, ven: 9:00/12:30
P.IVA 03113370724