Lettere Informative

Indennità 600 euro, nuovo comunicato stampa INPS

Indennità 600 euro, nuovo comunicato stampa INPS

Mar 31 2020

 

L’INPS, con l’ultimissimo comunicato stampa, conferma che da domani, 1° aprile, sarà possibile presentare telematicamente le domande per ottenere l’indennità̀ di 600 euro prevista dal decreto legge n. 18 del 17 marzo 2020 (Decreto Cura Italia) attraverso i seguenti canali:

  • direttamente tramite PIN semplificato, SPID, CIE (carta identità elettronica) o CNS (c.d. smart card);
  • tramite il Contact center;
  • tramite i Patronati.

L’istituto specifica nuovamente non si tratta di un click day e che, quindi, le domande potranno essere inviate anche nei giorni successivi.

Ricordiamo che hanno diritto all’indennità i seguenti soggetti, purché non titolari di trattamento pensionistico o di reddito di cittadinanza:

  • liberi professionisti, iscritti alla gestione separata, titolari di partita iva attiva al 23 febbraio, che non siano comunque titolari di altre forme di previdenza obbligatorie;
  • lavoratori con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa attivo al 23 febbraio, che non siano iscritti ad altre forme di previdenza obbligatorie;
  • lavoratori autonomi iscritti alle Gestioni speciali dell'AGO (anche soci lavoratori di società di persone e capitali):
    • artigiani, commercianti, coltivatori diretti, mezzadri e coloni (compresi gli imprenditori agricoli professionali iscritti alla Gestione autonoma agricola, nonché i coadiuvanti e coadiutori artigiani, commercianti e lavoratori agricoli iscritti nelle rispettive gestioni autonome)
    • commercianti, iscritti alla previdenza integrativa obbligatoria dell'ENASARCO (agenti e rappresentanti) non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie (ad esclusione della Gestione separata);
  • lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali che hanno cessato involontariamente il rapporto di lavoro nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e il 17 marzo 2020, che non abbiano rapporti di lavoro al 17 marzo 2020;
  • lavoratori del settore agricolo purché abbiano svolto nel 2019 almeno 50 giornate di effettivo lavoro agricolo;
  • lavoratori dello spettacolo non titolari di trattamento pensionistico diretto, con almeno 30 contributi giornalieri versati nell’anno 2019 allo stesso Fondo pensioni Lavoratori dello spettacolo, corrispondenti a un reddito non superiore a 50.000 euro.

L’eventuale soggetto rientrante in più categorie di beneficiari può richiedere l’agevolazione esclusivamente per una sola categoria.

Le indennità sono cumulabili con:

  • borse lavoro, stage e tirocini professionali;
  • premi o sussidi per fini di studio o di addestramento professionale;
  • premi ed i compensi conseguiti per lo svolgimento di attività sportiva dilettantistica e con le prestazioni di lavoro occasionale –nei limiti di compensi di importo non superiore a 5.000 euro per anno civile.

Questo studio provvederà a inoltrare domanda per conto di tutti i clienti che hanno diritto a ricevere la predetta indennità, inviando a ciascuno di essi la conferma di avvenuta presentazione della pratica.

Lo Studio Montanaro opera su tutto il territorio nazionale nel settore della consulenza Tributaria, Societaria, Aziendale, Contabile e del Lavoro.

Forniamo servizi professionali qualificati alla piccole/medie aziende, ai grandi gruppi societari ed alle persone fisiche.

Area Privata Clienti

Contatti

Studio Montanaro
Via de Cuneo, 31
76125 Trani (BT)
0883 491900
0883 491001
0883 491900
0883 491001
lun, mer, gio: 9:00/12:30 16:00/19:30
mar, ven: 9:00/12:30
P.IVA 03113370724