Lettere Informative

Bando Impresa Sicura -  al via la procedura informatica

Bando Impresa Sicura - al via la procedura informatica

Mag 03 2020

 

Così come stabilito dall’art. 43 del decreto-legge 17 marzo 2020, c.d. Decreto Cura Italia, Invitalia, l'Agenzia nazionale per lo sviluppo, deve erogare, in favore delle imprese che lo richiedono, l'importo massimo di 50 milioni di euro come rimborso per l'acquisto di dispositivi ed altri strumenti di protezione individuale; a tal fine ha pubblicato sul proprio sito internet il Bando Impresa Sicura.

SOGGETTI BENEFICIARI

Possono accedere al bando tutte le imprese in possesso dei seguenti requisiti:

  1. sono regolarmente costituite e iscritte come “attive” nel Registro delle imprese;

  2. hanno la sede principale o secondaria sul territorio italiano;

  3. sono nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non sono in liquidazione volontaria e non sono sottoposte a procedure concorsuali con finalità liquidatoria;

  4. il titolare dell’azienda o il legale rappresentante è in possesso della Carta nazionale dei servizi c.d. Smart Card.

ENTITÀ AGEVOLAZIONE

L’incentivo del presente bando consiste nel rimborso del 100 percento delle spese sostenute per l’acquisto della strumentazione di cui al punto successivo con un importo minimo di investimento di euro 500,00 fino a un importo massimo per impresa di euro 150.000,00.

Invitalia sul proprio sito internet comunica che per l’erogazione dei rimborsi procederà con i pagamenti entro il mese di giugno 2020.

SPESE AMMISSIBILI

Sono ammissibili al rimborso le spese sostenute dalle imprese per l’acquisto dei seguenti DPI (dispositivi e gli altri strumenti di protezione individuale) le cui caratteristiche tecniche rispettano tutti i requisiti di sicurezza di cui alla vigente normativa:

  • mascherine filtranti, chirurgiche, FFP1, FFP2 e FFP3;

  • guanti in lattice, in vinile e in nitrile;

  • dispositivi per protezione oculare;

  • indumenti di protezione, quali tute e/o camici;

  • calzari e/o sovrascarpe;

  • cuffie e/o copricapi;

  • dispositivi per la rilevazione della temperatura corporea;

  • detergenti e soluzioni disinfettanti/antisettici.

Possono essere rimborsati esclusivamente gli acquisti, senza tener conto di eventuali imposte e tasse come ad esempio l’IVA:

  1. effettuati (conta la data della fattura) nel periodo compreso tra il 17 marzo 2020 e la data di invio della domanda di rimborso;

  2. pagati prima della data dell’invio della domanda di rimborso attraverso conti correnti intestati all’impresa e con modalità che consentano la piena tracciabilità del pagamento e l’immediata riconducibilità dello stesso alla relativa fattura;

  3. di importo superiore a euro 500,00 (cinquecento/00);

N.B. le spese agevolate dal presente bando non possono essere oggetto di ulteriori forme di rimborso o remunerazione erogate in qualunque forma e a qualsiasi titolo.

PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

L’iter procedurale dell’agevolazione si articola in tre steps:

  1. Le imprese interessate devono inviare la prenotazione del rimborso dall’11 al 18 maggio 2020, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 18.00, attraverso lo sportello informatico dedicato;

  2. Invitalia, successivamente, pubblicherà l’elenco di tutte le imprese che hanno inoltrato la prenotazione, in odine cronologico con indicazione delle prenotazioni ammesse a presentare domanda di rimborso e le prenotazioni risultate non ammissibili;

  3. Le imprese ammesse, potranno compilare la domanda di rimborso dalle ore 10.00 del 26 maggio 2020 alle ore 17.00 dell’11 giugno 2020 attraverso la procedura informatica presente sul sito di Invitalia.

CONTROLLI

L’Agenzia effettuerà, successivamente all’erogazione del rimborso, controlli su un campione significativo di imprese beneficiarie, per verificare la veridicità delle dichiarazioni sostitutive di atto notorio rilasciate dalle imprese in sede di richiesta di rimborso, la rispondenza delle fatture e il regolare pagamento delle stesse, nonché il rispetto degli obblighi specifici connessi all’ammissione e all'erogazione del rimborso o indicati nel provvedimento di ammissione al rimborso.

Nel caso di esito negativo dei controlli, l’Agenzia procederà, previa apposita comunicazione, alla revoca del rimborso e relativa richiesta di risarcimento.

Lo Studio Montanaro opera su tutto il territorio nazionale nel settore della consulenza Tributaria, Societaria, Aziendale, Contabile e del Lavoro.

Forniamo servizi professionali qualificati alla piccole/medie aziende, ai grandi gruppi societari ed alle persone fisiche.

Area Privata Clienti

Contatti

Studio Montanaro
Via de Cuneo, 31
76125 Trani (BT)
0883 491900
0883 491001
0883 491900
0883 491001
lun, mer, gio: 9:00/12:30 16:00/19:30
mar, ven: 9:00/12:30
P.IVA 03113370724