Risorse

Glossario

In questo glossario ci sono 15 termini.
Cerca termini di glossario (le espressioni regolari sono consentite)
Inizia con Contiene Termine esattoSomiglia a

Glossari

Termine Definizione
C.A.F.

Acronimo di Centro assistenza fiscale che identifica le o rganizzazioni, iscritte in un apposito albo tenuto dall’Agenzia delle entrate, che svolgono attività di assistenza fiscale nei confronti dei contribuenti che ne fanno richiesta per modello 730, Isee, ecc.).

C.o.s.a.p.

E’ la sigla utilizzata per indicare il Canone per l’occupazione di spazi e aree pubbliche

Capital gain

Guadagno (gain) dalla vendita di partecipazioni societarie, titoli, diritti plusvalenze (differenza tra il corrispettivo percepito per la vendita ed il prezzo pagato per l’acquisto).

Caporalato

Sfruttamento della manovalanza (maggiormente diffuso in edilizia ed agricoltura).

Carta di credito

Strumento di pagamento che abilita il titolare, in base a un rapporto contrattuale con l’emittente, a effettuare:

- acquisti di beni o servizi presso qualsiasi esercizio convenzionato con l’emittente (es. tramite terminale POS)

- prelievi di contante (es. tramite sportelli automatici - ATM) con pagamento differito.

Il pagamento da parte del titolare avviene a cadenza predefinita, di norma mensile, in unica soluzione ovvero, se previsto dall’accordo, in forma rateale; esso può essere effettuato con addebito di un conto bancario, preautorizzato dal titolare stesso, ovvero con altre modalità. Viene emessa da banche, da intermediari finanziari o direttamente da fornitori di beni e servizi (fidelity card). In quest’ultimo caso, la carta può essere utilizzata esclusivamente per il pagamento di acquisti effettuati presso lo stesso emittente (carta c.d. “fidelity” o “monouso”).

Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria

Integra o sostituisce la retribuzione dei lavoratori a cui è stata sospesa o ridotta l'attività lavorativa per situazioni aziendali dovute a eventi transitori e non imputabili all'impresa o ai dipendenti, incluse le intemperie stagionali e per situazioni temporanee di mercato.

Cassetto fiscale

Delega che i contribuenti conferiscono ai liberi professionisti per autorizzarli alla consultazione telematica dei propri dati presenti nella banca dati dell'Agenzia dell'Entrate.  

La delega ha una validità di due anni ed è revocabile in qualsiasi momento.

Centro commerciale

 

Per centro commerciale, si intende una media struttura di vendita o una grande struttura di vendita nella quale più esercizi commerciali sono inseriti in una struttura a destinazione specifica ed usufruiscono di infrastrutture comuni e spazi di servizio gestiti unitariamente.

Per superficie di vendita di un centro commerciale si intende quella risultante dalla somma delle superfici di vendita degli esercizi al dettaglio in esso presenti.

Art. 4 - Decreto Legislativo 31 marzo 1998, n. 114 - "Riforma della disciplina relativa al settore del commercio, a norma dell'articolo 4, comma 4, della legge 15 marzo 1997, n. 59".

Certificazione Unica

I sostituti d’imposta che hanno erogato redditi di lavoro dipendente e assimilati, redditi

di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi, devono rilasciare una Certificazione Unica per attestare i dati fiscali e i dati previdenziali e assistenziali. Il contribuente che riceve tale certificazione deve utilizzarla per compilare la propria dichiarazione dei redditi.

Ciclomotore

Sono considerati ciclomotori i veicoli a motore, a due o tre ruote, che hanno le sguenti caratteristiche:
a) motore di cilindrata non superiore a 50 cc, se termico;
b) capacità di sviluppare su strada orizzontale una velocità fino a 45 km/h;
I ciclomotori a tre ruote possono, per costruzione, essere destinati al trasporto di merci

Riferimenti normativi
art. 52 codice della strada

Codice fiscale

Il numero di viene attribuito dai Comuni ai neonati, al momento della prima iscrizione nei registri d’anagrafe della popolazione residente, attraverso il sistema telematico di collegamento con l’Anagrafe tributaria.

Per i cittadini stranieri che presentano domanda di ingresso nel territorio agli sportelli unici per l’immigrazione, per lavoro subordinato e ricongiungimento familiare, viene effettuata dagli stessi sportelli attraverso il sistema telematico di collegamento con l’Anagrafe tributaria. Al momento della convocazione allo sportello il cittadino riceve anche il certificato di attribuzione del codice fiscale.

Ai cittadini che hanno diritto anche all’assistenza sanitaria da parte del Servizio Sanitario Nazionale, viene rilasciata la Tessera sanitaria (che contiene anche il codice fiscale).

PERSONE FISICHE

È costituito da un'espressione alfanumerica di sedici caratteri, nell’ordine così determinati:

Cognome: tre caratteri

I cognomi che risultano composti da più parti o comunque separati od interrotti, vengono considerati come se fossero scritti secondo un'unica ed ininterrotta successione di caratteri.

Per i soggetti coniugati di sesso femminile si prende in considerazione soltanto il cognome da nubile.
Se il cognome contiene tre o più consonanti, i tre caratteri da rilevare sono, nell'ordine, la prima, la seconda e la terza consonante.

Se il cognome contiene due consonanti, i tre caratteri da rilevare sono, nell'ordine, la prima e la seconda consonante e la prima vocale.

Se il cognome contiene una consonante e due vocali, si rilevano, nell'ordine, quella consonante e quindi la prima e la seconda vocale.

Se il cognome contiene una consonante e una vocale, si rilevano la consonante e la vocale, nell'ordine, e si assume come terzo carattere la lettera x (ics).

Se il cognome è costituito da due sole vocali, esse si rilevano, nell'ordine, e si assume come terzo carattere la lettera x (ics).

Nome: tre caratteri

I nomi doppi, multipli o comunque composti, vengono considerati come scritti per esteso in ogni loro parte e secondo un'unica ed ininterrotta successione di caratteri.

Se il nome contiene quattro o più consonanti, i tre caratteri da rilevare sono, nell'ordine, la prima, la terza e la quarta consonante.

Se il nome contiene tre consonanti, i tre caratteri da rilevare sono, nell'ordine, la prima, la seconda e la terza consonante.

Se il nome contiene due consonanti, i tre caratteri da rilevare sono, nell'ordine, la prima e la seconda consonante e la prima vocale.

Se il nome contiene una consonante e due vocali, i tre caratteri da rilevare sono, nell'ordine, quella consonante e quindi la prima e la seconda vocale.

Se il nome contiene una consonante e una vocale, si rilevano la consonante e la vocale, nell'ordine, e si assume come terzo carattere la lettera x (ics).

Se il nome è costituito da due sole vocali, esse si rilevano nell'ordine, e si assume come terzo carattere la lettera x (ics).

Anno di nascita: due caratteri numerici

I due caratteri numerici indicativi dell'anno di nascita sono, nell'ordine, la cifra delle decine e la cifra delle unità dell'anno stesso.

Mese di nascita: un carattere alfabetico

Il carattere alfabetico corrispondente al mese di nascita é quello stabilito per ciascun mese nella seguente tabella:

Gennaio = A

Febbraio = B

Marzo = C

Aprile = D

Maggio = E

Giugno = H

Luglio = L

Agosto = M

Settembre = P

Ottobre = R

Novembre = S

Dicembre = T

Giorno di nascita e sesso: due caratteri numerici

I due caratteri numerici indicativi del giorno di nascita e del sesso vengono determinati nel modo seguente:

  • Per i soggetti maschili il giorno di nascita figura invariato, con i numeri da uno a trentuno, facendo precedere dalla cifra zero i giorni del mese dall'uno al nove.
  • Per i soggetti femminili il giorno di nascita viene aumentato di quaranta unità, per cui esso figura con i numeri da quarantuno a settantuno.

Luogo di nascita e sesso: quattro caratteri, di cui uno alfabetico e tre numerici

I quatto caratteri alfanumerici indicativi del comune italiano o dello Stato estero di nascita, sono costituiti da un carattere alfabetico seguito da tre caratteri numerici, secondo la codifica stabilita dall’Agenzia del Territorio.

Persone fisiche con identica espressione alfanumerica (omocodia)

Quando due o più soggetti hanno dati anagrafici che generano lo stesso codice fiscale (omocodici), per ciascuno di essi si provvede a differenziare il codice fiscale. A tal fine, si effettuano, nell'ambito dei sette caratteri numerici contenuti nel codice, sistematiche sostituzioni di una o più cifre a partire da quella di destra, con corrispondenti caratteri alfabetici secondo la seguente tabella:

0 = L

1 = M

2 = N

3 = P

4 = Q

5 = R

6 = S

7 = T

8 = U

9 = V

Carattere alfabetico di controllo

Il sedicesimo carattere ha funzione di controllo dell'esatta trascrizione dei primi quindici caratteri e viene determinato in questo modo:

ciascuno degli anzidetti quindici caratteri, a seconda che occupi posizione di ordine pari o posizione di ordine dispari, viene convertito in un valore numerico, in base alle tabelle di corrispondenza successivamente riportate.

Per i sette caratteri con posizione di ordine pari:

A o 0 = 0

B o 1 = 1

C o 2 = 2

D o 3 = 3

E o 4 = 4

F o 5 = 5

G o 6 = 6

H o 7 = 7

I o 8 = 8

J o 9 = 9

K o 10 = 10

L o 11 = 11

M o 12 = 12

N o 13 = 13

O o 14 = 14

P o 15 = 15

Q o 16 = 16

R o 17 = 17

S o 18 = 18

T o 19 = 19

U o 20 = 20

V o 21 = 21

W o 22 = 22

X o 23 = 23

Y o 24 = 24

Z o 25 = 25

Per gli otto caratteri con posizione di ordine dispari:

A o 0 = 1

B o 1 = 0

C o 2 = 5

D o 3 = 7

E o 4 = 9

F o 5 = 13

G o 6 = 15

H o 7 = 17

I o 8 = 19

J o 9 = 21

K = 2

L = 4

M = 18

N = 20

O = 11

P = 3

Q = 6

R = 8

S = 12

T = 14

U = 16

V = 10

W = 22

X = 25

Y = 24

Z = 23

I valori numerici così determinati vengono addizionati e la somma si divide per il numero 26. Il carattere di controllo si ottiene convertendo il resto di tale divisione nel carattere alfabetico ad esso corrispondente nella sotto indicata tabella:

0 = A

1 = B

2 = C

3 = D

4 = E

5 = F

6 = G

7 = H

8 = I

9 = J

10 = K

11 = L

12 = M

13 = N

14 = O

15 = P

16 = Q

17 = R

18 = S

19 = T

20 = U

21 = V

22 = W

23 = X

24 = Y

25 = Z

(Dpr 29 settembre 1973, n. 605)

Commercio al dettaglio

Per commercio al dettaglio si intende l'attività svolta da chiunque professionalmente acquista merci in nome e per conto proprio e le rivende, su aree private in sede fissa o mediante altre forme di distribuzione, direttamente al consumatore finale.

La superficie di vendita di un esercizio commerciale è costituita dall'area destinata alla vendita, compresa quella occupata da banchi, scaffalature e simili mentre non costituisce superficie di vendita quella destinata a magazzini, depositi, locali di lavorazione, uffici e servizi.

Art. 4 - Decreto Legislativo 31 marzo 1998, n. 114 - "Riforma della disciplina relativa al settore del commercio, a norma dell'articolo 4, comma 4, della legge 15 marzo 1997, n. 59".

Commercio all’ingrosso

Per commercio all'ingrosso, si intende l'attività svolta da chiunque professionalmente acquista merci in nome e per conto proprio e le rivende ad altri commercianti, all'ingrosso e/o al dettaglio, o ad utilizzatori professionali, o ad altri utilizzatori in grande.

Tale attività può assumere la forma di commercio interno, di importazione o di esportazione.

Art. 4 - Decreto Legislativo 31 marzo 1998, n. 114 - "Riforma della disciplina relativa al settore del commercio, a norma dell'articolo 4, comma 4, della legge 15 marzo 1997, n. 59".

Comodato

Contratto col quale una parte detta comodante consegna all'altra detta comodatario una cosa mobile o immobile, affinché se ne serva per un tempo o per un uso determinato, con l'obbligo di restituire la stessa cosa ricevuta. Il comodato è essenzialmente gratuito.

(Codice civile - LIBRO IV - Delle obbligazioni - TITOLO III - Dei singoli contratti - CAPO XIV - Del comodato).

Compliance

Comunicazioni con cui l’Agenzia delle entrate segnala ai contribuenti destinatari la presenza di errori e/o omissioni, invitandoli a rimediare in tempi brevi beneficiando così delle sanzioni ridotte, che variano in base al momento in cui avviene la regolarizzazione.

 

Lo Studio Montanaro opera su tutto il territorio nazionale nel settore della consulenza Tributaria, Societaria, Aziendale, Contabile e del Lavoro.

Forniamo servizi professionali qualificati alla piccole/medie aziende, ai grandi gruppi societari ed alle persone fisiche.

Area Privata Clienti

Contatti

Studio Montanaro
Via de Cuneo, 31
76125 Trani (BT)
0883 491900
0883 491001
0883 491900
0883 491001
lun, mer, gio: 9:00/12:30 16:00/19:30
mar, ven: 9:00/12:30
P.IVA 03113370724