Risorse

Flat tax su reddito incrementale

flat tax 01



I commi da 50 a 57 dell'articolo 1 della Legge di Bilancio 2023 hanno introdotto, per l'anno 2023, un regime agevolato (opzionale) riservato alle persone fisiche esercenti attività d'impresa o di lavoro autonomo, non in regime forfetario, che prevede l'applicazione di un'imposta sostitutiva del 15% sulla quota del reddito 2023 incrementale (rispetto a quello del triennio precedente).

Pertanto, i soggetti che optano per tale tassazione, dovranno suddividere il proprio reddito in due parti:
a) parte soggetta a tassazione I.R.Pe.F. progressiva: da applicare sulla quota di reddito il reddito più elevato dichiarato nel triennio 2020-2022
b) parte soggetta a imposizione nella misura del 15% da applicare sulla la differenza tra il reddito 2023 e il reddito più elevato del triennio precedente.
Dall'imposta sostitutiva, che è applicabile su un importo massimo di € 40.000, va detratta una franchigia corrispondente al 5% del reddito più elevato del triennio (franchigia). (1) 

Il reddito soggetto a Flat tax incrementale:
- costituisce reddito ai fini delle agevolazioni anche non tributarie;
- dovrà essere escluso dalla determinazione dell'acconto docuto per l'anno di imposta 2024. A tali fini, infatti, deve assumersi, quale imposta del periodo precedente, quella che si sarebbe determinata non applicando la disposizione agevolativa.

Ambito soggettivo:
persone fisiche esercenti attività d’impresa, arti o professioni (incluso le impresa familiari e le aziende coniugali non gestite in forma societaria. 

Redditi esclusi:
i redditi delle società di persone, imputati ai soci in ragione del principio di ‘trasparenza’; i redditi delle società di capitali, imputati ai soci a seguito dell’esercizio dell’opzione per la trasparenza fiscale delle società a ristretta base proprietaria; i redditi di cui all’art. 53, comma 1, del Tuir, derivanti dall’esercizio di arti e professioni in forma associata, imputati ai singoli associati. 
Inoltre non possono beneficiare di questo regime agevolativo coloro che, per l’anno d’imposta 2023, applicano il regime forfettario di cui alla legge n. 190/2014.

(1) Sulla franchigia e sulla parte di reddito incrementale  eccedente il limite massimo di € 40.000 si applicano l'Irpef e addizionali.

Autore: Giovanni e Felice Montanaro - studio Montanaro commercialisti revisori legali consulenti di Impresa - Trani - imposte sul reddito - cronaca 


Lo Studio Montanaro opera su tutto il territorio nazionale nel settore della consulenza Tributaria, Societaria, Aziendale, Contabile e del Lavoro.

Forniamo servizi professionali qualificati alla piccole/medie aziende, ai grandi gruppi societari ed alle persone fisiche.

Area Privata Clienti

Contatti

Studio Montanaro
Via Prof. Francesco Milano, 1
76125 Trani (BT)
0883 491900
0883 491001
0883 491900
0883 491001
lun, mer, gio: 9:00/12:30 16:00/19:30
mar, ven: 9:00/12:30
P.IVA 07645650727